Chrysopelea Paradisi, il serpente volante che ricorda gli Ufo

Chrysopelea_paradisi_
Il serpente volante Chrysopelea Paradisi si appiattisce in una forma somigliante a quella dei dischi volanti, al fine di ottenere una planata prolungata, come suggerisce un recente studio scientifico. I risultati, pubblicati il 29 gennaio in The Journal of Experimental Biology, mostrano che appiattito il serpente sud-est asiatico ha le giuste proprietà aerodinamiche per il volo planato .

“La forma è insolita”, ha detto il co -autore Jake Socha, un ricercatore biomeccanica al Virginia Tech “non si è mai trovato questo tipo di forma in qualsiasi altro animale planante; non si trova neanche nei più moderni alianti. Non sapevamo se potesse essere una forma areodinamicamente accettabile. ».

Lo strano serpente volante Chrysopelea Paradisi arriccia la coda intorno ad un ramo a più di 50 metri da terra prima di lanciarsi in diagonale , planando verso l’albero più vicino.

Mentre il profilo alare è ottimizzato per il corpo degli uccelli ed è utile anche all’aerodinamica dei nostri velivoli, il serpente sfrutta un profilo somigliante a quello degli scoiattoli volanti.

I ricercatori sapevano già che i serpenti potevano allargare le costole per appiattire i loro corpi, ma questo utilizzo particolare era stato sottovalutato.

“Sembra che nuoti in aria”, ha detto Socha della LiveScience .

Per rispondere ad una parte del puzzle, il team ha creato modelli fisici della sezione e li ha provati in un tunnel acquatico che, se impostato correttamente, può avere le stesse caratteristiche del tunnel aerodinamico, afferma Socha . Si è scoperto che la sezione di un disco volante è sorprendentemente un ottima forma, anche migliore dello stesso serpente.

Rispetto ad una forma di volo familiare come un aeroplano, la forma del serpente per le sue ridotte dimensioni, “è in realtà comparabile “, ha detto Socha, “L’animale ha trovato una soluzione ad un problema di ingegneria che non avevamo ancora affrontato”

Ma non aspettatevi di salire presto a bordo di un 747 a forma di serpente, in quanto la forma non sarebbe aerodinamicamente efficace per la nostra tecnologia corrente. Ora, la squadra deve risolvere un altro mistero: perché il serpente ondeggia una o due volte ogni secondo mentre plana, aggiunge Socha .

Fonte http://www.livescience.com/42958-how-flying-snake-glides

Roberto Iera

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...