TORNA L’ESORCISTA AL CINEMA, SI RIAPRE IL DIBATTITO SULLA POSSESSIONE DEMONIACA.

Esorcista_LOC

Il giorno mercoledi 19 giugno 2013 rimarrà ben fisso nella mente di molti amanti del cinema del terrore, in effetti il ritorno di un grande classico come L’Esorcista nelle sale cinematografiche è un evento che non può lasciare indifferenti. Il 40° anniversario di questo mito del cinema riapre un dibattito che viene tenuto spesso nell’ombra, una casistica di strane storie che provocano il massimo timore in coloro che le ascoltano e che ne sono testimoni oculari: stiamo parlando dei casi di possessione demoniaca!
Nel film di Friedkin, la piccola Regan (interpretata dall’allora giovanissima attrice Linda Blair) viene posseduta dal demone Pazuzu che la trascinerà in un vortice infernale che la porterà ad un passo dalla morte, solo l’intervento di due preti riuscirà a salvare l’anima e il corpo della bambina aggredita in maniera cosi brutale dalla Bestia. Seppur la pellicola esageri in alcune caratteristiche tipiche di un reale esorcismo, in molti tratti la recitazione degli attori ricalca in maniera abbastanza fedele il comportamento dei veri esorcisti che ancora oggi operano in tutto il mondo.

possessione-esorcismo

In Italia abbiamo un esorcista tra i più famosi al mondo, tale padre Amorth che racconta di essersi trovato moltissime volte di fronte ad individui posseduti dai demoni, spiriti maligni che emergono dagli inferi per prendere possesso delle anime degli esseri umani, probabilmente un modo per trascinare lo spirito del malcapitato nel tormento eterno dell’inferno. Un modo che il Diavolo ha di rubare le anime destinate al Regno di Dio, il tentativo di Satana di creare un suo esercito sempre più grande in attesa della Battaglia Finale che avverrà alla fine dei tempi tra le forze del Bene e quelle del Male, uno scontro che segnerà la fine del mondo e di tutto il cosmo. Scenari fantascientifici a parte, non possiamo non notare come i presunti casi di possessione demoniaca siano molto più frequenti di quanto possiamo immaginare. Ma nella nostra epoca iper-tecnologica possiamo ancora credere nella reale presenza di spiriti maligni che tentano di attaccarsi come sanguisughe alle anime di alcuni individui per trascinarle tra le fiamme dell’inferno? Ovviamente le risposte che potremmo ottenere da tale quesito sarebbero di vario genere: se per i cattolici non ci possono essere dubbi sulla reale esistenza di Satana, cosi coloro che si professano atei rifiutano categoricamente certe testimonianze, sostenendo con forza che i casi di esorcismo hanno per protagonisti individui malati psicologicamente che vengono affidati alle cura di un prete da parte dell’ignoranza di coloro che li circondano (la famiglia soprattutto) che non riescono a comprendere che le vittime hanno assoluto bisogno di cure mediche. Ma quale potrebbe essere la verità?

Pic-1

L’IMPRONTA DI SATANA – Satana, il Principe assoluto dell’inferno, è la figura più terrificante dell’intera storia umana. Lucifero (nome che significa portatore di luce) era l’angelo prediletto dal Signore, ma venne scacciato dal paradiso per aver peccato di orgoglio. Egli voleva essere grande e potente come Dio stesso, una volontà che era fortemente contraria ai dettami dell’Onnipotente che lo punì spedendolo negli abissi oscuri. Fu cosi che l’angelo Lucifero divenne Satana, l’avversario, il calunniatore, l’oppositore, il Principe delle Tenebre. Colui che provocò la cacciata di Adamo ed Eva dall’Eden, condannando l’intera umanità ad un’esistenza condotta in nome della sofferenza e lontana dalla luce. La Chiesa ha utilizzato la figura del Demonio come spauracchio per avvicinare le masse alla fede, puntando decisamente sull’ignoranza che dilagava in tutta Europa fino ad un paio di secoli fa. Con l’avvento del Romanticismo, invece, la figura di Satana cambiò radicalmente, esso venne preso quasi come una figura degna di ammirazione, l’antieroe che preferisce subire la condanna di un’eternità all’inferno piuttosto che chinare il capo di fronte al volere di Dio. Un moto d’orgoglio in cui molti artisti si sono riconosciuti e che hanno elevato il Diavolo a figura da cui trarre ispirazione.

“Meglio regnare all’inferno che servire in paradiso.” (John Milton – Paradiso Perduto)

Pic-7

POSSESSIONE DEMONIACA, I SINTOMI – Perciò come dobbiamo considerare la figura di Satana? Archetipo culturale? Simbolo della ribellione insita nell’animo umano? O forse dobbiamo realmente credere che esista il Diavolo e che ogni inclinazione maligna degli esseri umani non faccia parte dell’uomo stesso ma che sia ispirata dai demoni? Come abbiamo detto precedentemente, ognuno di noi può dare la propria risposta personale influenzata ovviamente dalle personali credenze ed ideologie.
Gli esorcismi vengono effettuati in tutto il mondo, moltissime sono le testimonianze di lunghi trattamenti da parte di un prete nei confronti di un posseduto per liberarlo dai demoni. Bisogna però tener conto che la Chiesa non è più quella di un tempo, anzi oggi per far in modo che venga autorizzato un esorcismo si richiede di fornire molte prove che testimonino l’effettiva possessione. Si cerca quindi razionalmente di eliminare qualunque possibile ipotesi psicologica. Tra i sintomi che vengono definiti come necessari per accertare una vera possessione demoniaca, vi sono: l’avversione verso il sacro, il parlare lingue che l’individuo non può conoscere, forza fisica sovrumana, conoscenza di eventi che il posseduto non poteva assolutamente conoscere. Vi sono anche testimonianze di cose ben più spaventose, come ad esempio il vomitare chiodi dell’individuo tormentato.

blog_02

L’IPOTESI EXTRATERRESTRE – Non siamo in grado di dire se nei casi di esorcismo sia veramente il Diavolo a tormentare gli individui oppure se ci troviamo di fronte a squilibri mentali trattati in maniera completamente errata. Esistono anche altre ipotesi, come quella che vorrebbe come protagonisti delle possessioni non i demoni ma esseri extraterrestri. In questo caso, la possessione non sarebbe spirituale ma mentale, quasi un controllo del cervello dell’individuo. Ma perché degli esseri provenienti da altri mondi dovrebbero controllare la mente di un uomo spacciando questo controllo come una possessione da parte di demoni? Secondo il parere di coloro che credono in questa tesi, gli alieni lascerebbero credere che i colpevoli siano i demoni per celare la verità sulla loro presenza, una sorta di sibillino complotto che avrebbe come obiettivo lo studio del cervello umano e il probabile furto dell’energia del corpo umano.
Qualunque sia la verità, l’uscita nelle sale del film L’Esorcista prova solo una cosa: la possibile presenza di Satana riesce ancora oggi a provocare una paura ancestrale e incontrollabile. Ed anche l’ipotesi extraterrestre non ci fa di certo dormire tranquillamente.

Vincenzo Abate

Annunci

2 thoughts on “TORNA L’ESORCISTA AL CINEMA, SI RIAPRE IL DIBATTITO SULLA POSSESSIONE DEMONIACA.

  1. Potrebbe essere una possibilità, essendo un argomento spinoso e controverso oltre che poco conosciuto, deve tenersi aperto ad ogni ipotesi fino a prova contraria e fino a quando non vi sarà una spiegazione scientifica se esiste

    Mi piace

  2. Secondo me non sarebbe da escludere se dovessimo prendere per buono ad esempio ciò che diceva Sitckhin o ultimamente Biglino allora il discorso della possessione non sarebbe così strettamente “religiosa”, ma un discorso molto più ampio che potrebbe effettivamente includere anche l’abduction e la presenza aliena ovviamente sono tutte teorie da dimostrare, ma diciamo che elementi storici e ritrovamenti archeologici e filologici che vanno in questa direzione ve ne sono per cui solo il tempo potrebbe darci una risposta più esaudiente sarebbe fantastico però saperne di più a riguardo.

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...