GEOFFREY PORTWAY, L’ORCO CHE VOLEVA DIVORARE I BAMBINI

Geoffrey-Portway-1873818

Sembra un film dell’orrore, uno di quegli splatter cruenti che più che spaventare provocano disgusto, ma non è cosi. In questo caso è tutto vero, ed è proprio per tale ragione che il disgusto si mescola con un terrore cieco, profondo, un brivido che ci scuote dall’interno.
Quando la cronaca ci mette a confronto con storie di questo genere il nostro livello di guardia tende a crescere a dismisura, come se una spia segnalasse un guasto nel nostro impianto emotivo, troppo aperto al prossimo e cosi facile preda potenzialmente di qualche malintenzionato.
Questa è una storia del terrore, una vicenda reale. Non stiamo citando eventi accaduti anni fa, parliamo di questi giorni. Un uomo che rappresenta in maniera inequivocabile l’orco cattivo divoratore di bambini o l’uomo nero che spaventa i fanciulli nel loro mondo onirico.

arnett

Stiamo parlando di un uomo di nazionalità britannica di nome Geoffrey Portway, anni 40. Residente negli Stati Uniti (precisamente nello Stato del Massachusetts) Portway aveva progettato per bene una sua personale visione di un inferno dantesco, se cosi possiamo definirlo con un volo pindarico di fantasia messo in atto per tentare di esorcizzare l’orrore che ci pervade… ma non possiamo sfuggire alla morsa del degrado, dobbiamo annotare l’abominio in maniera chiara e distaccata, per quanto difficile possa sembrare.
Portway aveva progettato di rapire, stuprare ed infine divorare dei bambini. A tal proposito aveva organizzato la propria cantina come un vero e proprio bunker, una sorta di prigione per coloro che sarebbero state le sue vittime. Il mostro aveva costruito addirittura una gabbia d’acciaio ed una bara artigianale delle dimensioni di un bambino, ed inoltre si era equipaggiato con alcuni bisturi e materiale per la macellazione e la castrazione… Dio solo sa cosa avrebbe fatto questo essere se fosse riuscito a mettere in pratica i suoi propositi.
Uno scenario inquietante, degno del serial killer cinematografico Leatherface della saga di film Non aprite quella porta.

non-aprite-quella-porta-3d07

La BBC riporta come l’uomo si sia reso protagonista anche di scambi di materiali pedo-pornografici su internet (si parla addirittura di 4500 pezzi tra foto e video), ed inoltre Portway ha passato gli ultimi mesi a chattare con un americano di nome Michael Arnett per avere consiglio su come uccidere e massacrare un bambino.
Per fortuna le forze dell’ordine sono riuscite a fermare i folli piani di questo essere mostruoso che ora rischia fino a 27 anni di carcere.
Un’altra prova del fatto che la mente umana rappresenta l’abisso più misterioso del mondo.

Vincenzo Abate

Annunci

2 thoughts on “GEOFFREY PORTWAY, L’ORCO CHE VOLEVA DIVORARE I BAMBINI

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...