UFOLOGIA: DOSSIER MAJESTIC 12

Immagine

Nel vasto panorama ufologico un livello di notevole importanza hanno le cosiddette teorie complottiste che sostengono come i Governi di tutto il mondo continuano ancora oggi ad insabbiare il materiale a disposizione che certificherebbe l’esistenza di forme di vita intelligenti extraterrestri e non solo, che questi alieni continuino a visitare il nostro pianeta con una continuità incredibile.

Il Majestic 12 è il nome in codice di una commissione formata da vari specialisti in vari rami (scienziati, militari, dirigenti governativi) costituita nel 1947 dal Presidente Harry Truman. Scopo del gruppo indagare in maniera accurata il fenomeno Ufo, specie dopo il caso Roswell, l’ipotetico schianto di un oggetto volante non identificato sul suolo americano.

Nel corso degli anni sono state tante le fughe di notizie prontamente rinnegate dal Governo statunitense; molti sono i casi in cui alcune persone sono venute in possesso di documentazione del Majestic 12 in cui si parlava in maniera esplicita degli Ufo ma non come di un qualcosa di ipotetico, ma come di apparecchi realmente esistenti, guidati da esseri provenienti da altri mondi. Ovviamente le forze governative hanno sempre smentito in maniera netta qualunque attinenza con la realtà di certi argomenti, ma l’esistenza del gruppo di ricerca Majestic 12 non è in discussione, ad esserlo sono le conclusioni alla quale si è giunti. Il campo dell’Ufologia è un terreno minato da sempre, troppe sono le voci, le segnalazioni, i pareri, ognuno che smentisce l’altro, un modo forse adatto per confondere le idee della popolazione e mantenerla sempre in uno stato di razionale incredulità, per tenere celata la realtà dei fatti. Una verità che però non conosciamo, almeno per ora.

La vicenda MJ-12 venne resa nota al grande pubblico nel 1984, Il produttore televisivo e ufologo amatoriale Jamie Shandera ricevette per posta un filmato da un mittente anonimo in cui erano presentati due documenti: il primo, attribuito a Harry Truman, di autorizzazione alla formazione di una commissione chiamata MJ 12 per la valutazione dell’evento di Roswell del 1947; il secondo, del 1952 era attribuito all’MJ-12 come riassunto informativo per il neo-presidente Eisenhower in cui si descrivevano le investigazioni e l’occultamento dell’incidente della «nave spaziale aliena» di Roswell. Prima della diffusione del documento tutti i membri del gruppo di ricerca trovarono la morte in maniera strana.

Vi sono state moltissime ricerche e studi sui documenti attribuiti al gruppo MJ-12, alcuni sono stati studiati anche dall’FBI: la conclusione è che i documenti sono tutti falsi, una presa di posizione netta e quantomeno prevedibile, essendo l’FBI una componente fondamentale della sicurezza degli Stati Uniti e quindi assoggettata agli imperanti motivi di sicurezza nazionale. Anche alcuni ufologi famosi hanno espresso un parere negativo sulla documentazione venuta a galla, sostenendo la tesi che ne certifica l’assoluta falsità. Inevitabilmente tutto questo viene accompagnato da una svariata moltitudine di protesta, in molti infatti sostengono che il potere si serva di eminenti nomi dell’ufologia internazionale per screditare ad arte tutto il materiale che diventa improvvisamente fruibile alle masse.

A finire sotto la lente d’ingrandimento è finito anche il documento probabilmente più importante di tutta la vicenda, una lettera scritta dall’allora Presidente Truman che da il via a procedere con l’Operazione Majestic 12, il che dimostrerebbe quanto meno che gli Stati Uniti si sono posti sul serio il problema degli Ufo, cercando di studiarne e carpirne l’effettiva natura, e non bollandolo quindi come sviste di persone non esperte di agenti atmosferici e di velivoli aerei. Questo il testo integrale della lettera che si pensa sia stata scritta da Truman:

Top secret

Casa Bianca – Washington
24 settembre 1947

Memorandum per il Segretario
Caro Segretario Forrestal,
come dalla nostra recente conversazione su questo argomento, con la presente Lei è autorizzato a procedere con la dovuta celerità e discrezione circa il Suo impegno. In futuro ci si riferirà a proposito solo come «Operazione Majestic-12». Continua a starmi a cuore il fatto che ogni futura considerazione relativa all’ultima disposizione su questa materia resti solamente nell’ambito dell’Ufficio del Presidente seguendo le appropriate discussioni con Lei, il dottor Bush e il direttore della CIA.
Harry Truman

Immagine

Molte le prove a sostegno della tesi dell’assoluta falsità del documento, come la firma del Presidente oppure il modello della macchina da scrivere usata che, sembra, non esistesse fino all’inizio degli anni sessanta. Di elementi per sostenere la scarsa credibilità del documento ne sono stati trovati moltissimi, eppure tutto questo non ha minato minimamente le certezze di coloro che invece ritengono che la vicenda sia assolutamente reale; coloro che si battono per il rilascio di ogni tipo di documentazione esistente sugli Ufo grida all’insabbiamento anche in questa occasione, credendo fortemente che si stia applicando l’ennesima censura, un altro colpo di spugna per cancellare tutto e mettere a tacere ogni teoria scomoda. Uno scenario che forse appare fantascientifico, quasi una trama da telefilm come X-Files, ma forse è proprio su questa incredulità generale della parte raziocinante delle masse che si cerca di catalizzare le informazioni, mettendo alla berlina tutto il discorso Ufo e su coloro che insistono nel continuare gli studi.

Secondo la testimonianza di Dan Burish, si crede che il Majestic-12 sia oggi di fatto un gruppo che lavora per il Commitee of the Majority, un’organizzazione massonica che coordina i contatti con alieni presenti sulla terra, e le operazioni volte a formare un nuovo ordine mondiale. Secondo questa teoria, l’MJ-12 è responsabile di tutte le operazioni scientifiche svolte nell’Area 51, a Base Dulce e presso l’installazione di Frenchmman’s Mountain.

Immagine

Molti studiosi credono che il gruppo sia attivo ancora oggi e che abbia avuto un ruolo di primo piano in molti casi famosi della cronaca americana dell’ultimo secolo, come nel Watergate e nell’assassinio di Kennedy; addirittura c’è chi sostiene che l’indimenticato Presidente Kennedy sia stato ucciso proprio perché voleva porre fine al velo di assoluta segretezza sull’argomento e sulle attività del gruppo. Tali rivelazioni però avrebbero creato il panico nella popolazione e avrebbe toccato da vicino gli interessi della casta elitaria a capo di questo gigantesco progetto che nel corso dei decenni ha allargato i suoi confini e i suoi interessi, diventando una delle lobby più potenti all’interno del Governo degli Stati Uniti.

Vincenzo Abate

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...