NAPOLEONE E GLI EXTRATERRESTRI

Napoleone: un “teleguidato” dagli extraterrestri?

“Profondamente sconcertati”: così hanno detto di essere gli scienziati che, analizzando il cranio di Napoleone Bonaparte, avrebbero trovato qualcosa di simile ad un microchip lungo poco più di un centimetro conficcato nel cranio di quello che era stato l’imperatore dei francesi. E’ stata persino avanzata l’ipotesi che l’oggetto possa essere un impianto alieno e che Napoleone possa essere stato vittima di un caso di abduction, ovvero di un possibile rapimento ad opera di extraterrestri.

La vicenda ha avuto ampia eco all’estero, il dottor Andre Dubois ne avrebe parlato su una rivista medica francese: “Speravo di scoprire che Napoleone soffriva di un disturbo ipofisario, che ne aveva causato la bassa statura – ha spiegato lo scienziato, che ha effettuato la ricerca sui resti mortali dell’imperatore per conto del Governo francese – Ma mentre stavo ispezionando l’interno del cranio la mia mano ha sentito una leggera protuberanza”. Quella protuberanza si è rivelata essere qualcosa di simile ad un microchip. Dalla crescita dell’osso attorno all’oggetto, gli esperti hanno rilevato che questo dovrebbe essere stato impiantato quando Bonaparte era giovane: “Napoleone sparì per un breve periodo di alcuni giorni nel luglio 1794, quando aveva 25 anni. In seguito egli disse di essere stato fatto prigioniero durante il colpo di stato di Termidoro, ma non esiste alcun atto o registrazione di quell’avvenimento. Io credo che sia stato in quell’occasione che possa avere avuto luogo il possibile rapimento.”, avrebbe dichiarato Dubois. Stando a quanto avrebbe riferito il dottor Dubois, non si potrebbe escludere che anche l’abilità militare di Napoleone fosse forse da attribuire ad un intervento alieno che, così, avrebbe di fatto modificato il corso della Storia europea: a detta di Dubois “Napoleone utilizzò strategie militari valide centinaia di anni dopo di lui, e forse il possibile impianto nel suo cranio ha affinato le sue abilità”. L’impianto potrebbe anche spiegare l’abitudine di Napoleone di tenere una mano sul cuore, “È possibile che il dispositivo alterasse i segnali elettrici da l cervello al cuore.”. Al momento della disfatta di Waterloo nel 1815 ad opera degli inglesi l’Europa aveva cambiato volto a causa delle sue conquiste. “Cosa sarebbe stato senza l’intervento degli alieni rimarrà per sempre un mistero, quindi non possiamo dire se abbiano aiutato l’umanità o se l’hanno resa più debole” conclude il dottor Dubois.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...